Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

Il danno che la Germania fa

I tedeschi sono indignati, indignati con il dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti , la cui “relazione semestrale economica internazionale e politiche di cambio” , muove delle critiche su come le politiche macroeconomiche tedesche stiano incidendo sull’economia mondiale . I funzionari tedeschi dicono che le conclusioni del rapporto sono ” incomprensibili ” -  il che è proprio strano , perché sono assolutamente semplici.

Ah, è vero, gli Stati Uniti hanno imperdonabilmente spiato Angela Merkel – ma ciò non ha nulla a che fare con questo, e chiunque porti tale argomento in questa conversazione dimostra il suo fallimento intellettuale . Inoltre , parlare sinceramente delle politiche economiche tedesche non ti rende anti- tedesco o anti-europeo;  di nuovo, chiunque cerchi di eludere la sostanza [del discorso] muovendo tale tipo di accusa, di fatto ha ammesso la discussione.

 

Quindi, riguardo la discussione . Ecco una breve storia dell’ eurozona, raccontata attraverso le serie [della bilancia dei pagamenti ]  di due Paesi , la Germania e la Spagna :

Current account balances  as % GDP

La creazione dell’euro è stata seguita dalla comparsa di enormi squilibri , con grandi quantità di capitali derivanti dal nucleo (“core”) alla periferia.

Poi arrivo un “arresto improvviso” dei flussi di capitali privati [ndr: nel 2007, per il noto Ciclo di Frenkel], che costrinse paesi periferici a eliminare i loro deficit di current account, nonostante il processo sia stato rallentato dalla fornitura di prestiti ufficiali , principalmente attraverso i prestiti tra le banche centrali . La pessima notizia per la periferia è che finora l’aggiustamento è avvenuto principalmente attraverso la depressione delle economie , piuttosto che per una ritrovata competitività; così il rovescio della medaglia di tale “miglioramento” per la Spagna è il 25% di disoccupazione .

Normalmente si potrebbe e dovrebbe aspettare che l’aggiustamento fosse più o meno simmetrico, con i paesi in surplus che riducono i loro surplus [ndr: di bilancia dei pagamenti] mentre paesi in deficit riducono i loro deficit .

Ma ciò non è accaduto.

La Germania non ha affatto operato un aggiustamento;  tutto l’aumento dei Current Account dei Paesi periferici europei ha avuto luogo a spese del resto del mondo.

E questa è una cosa molto brutta.

Siamo ancora in un mondo governato da una domanda insufficiente , e molto soggetto al paradosso dell’avarizia. Continuando ad avere surplus enormi e inappropriati, la Germania sta danneggiando la crescita e l’occupazione nell’intero globo. I tedeschi possono trovare ciò incomprensibile , ma è semplicementemacroeconomia 101 .

Si potrebbe obiettare che non è colpa del governo tedesco se ha dei surplus – ma si sarebbe sbagliato.

(Sono caduto in questa trappola , ma ha riconosciuto l’errore.)

Per prima cosa, la Germania ha perseguito l’austerità fiscale nonostante il suo status di creditore, contribuendo ad un inasprimento generale della politica nella zona euro. E un modo di pensare il ruolo della Germania all’interno dell’euro è che essa si impegna in enormi operazioni di cambio tramite Target 2 , e che ciò tenga giù il “Deutsche Mark ombra” :

External position of Bundesbank since the beginning of EMU

Certo , non mi aspetto che i funzionari tedeschi ammettano qualcosa di quello che dice Tesoro. Non sono bravi sulla macroeconomia come la intendiamo noi; in realtà, non sono bravi sulle identità contabili, in quanto la loro visione sembra essere che tutti dovrebbero essere come la Germania , ed avere enormi surplus commerciali .

Ma il Tesoro ha solo affermato l’ovvio e vero.

Fonte originale: NYT

Traduzione a cura di: @spud85 del blog Kappa di Picche