Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

La teoria della moneta moderna e Bernie Sanders

Ieri il senatore Bernie Sanders ha tenuto un importante discorso in cui ha invocato un "secondo bill of rights"1 del presidente Roosevelt in difesa della sua piattaforma [elettorale, ndt].

Come ha giustamente sottolineato Bernie, tutti i programmi sociali del New Deal di Roosevelt a cui ci siamo abituati, sono stati (contrassegnati) etichettati come "socialismo" — proprio come gli opinionisti etichettano le proposte di Bernie come pericolose idee socialiste. Potete vedere il discorso preparato da Bernie qui.

Appena prima del discorso di Bernie, mi è stato chiesto di fare un'intervista con Alex Jensen, al programma radiofonico in inglese "This Morning" del TBS eFM di Seoul, Corea. Mi è stato inviato un elenco di domande ed ho buttato giù risposte molto brevi. Purtroppo, nella nostra intervista radiofonica siamo stati in grado di rispondere solo ad alcune. È possibile ascoltare l'intervista (usando iTunes) qui. La mia intervista è la numero 8 ed è intitolata “1119 Issue Today with Professor L.R. Wray”

Come vedrete, abbiamo parlato soprattutto della piattaforma del Senatore Sanders e del perché le sue proposte hanno catturato la fantasia della popolazione degli Stati Uniti.

Qui di seguito la serie completa delle domande e le mie brevi risposte (scritte).

1. Che cosa c’è di così unico e speciale nella Teoria della Moneta Moderna? Quali sono i vantaggi? - Quali sono i valori più importanti incorporati nella Teoria della Moneta Moderna?

Cominciamo riconoscendo che c'è una differenza tra un utilizzatore della valuta e l'emittente della valuta. Questo dovrebbe essere [un fatto] ovvio, ma è andato perduto nel dibattito economico. Quasi tutti gli economisti, i politici e i media popolari partono dal presupposto che il bilancio di un governo è come quello di una famiglia. Questo è ovviamente falso.

Ciò che si è perso è la comprensione del funzionamento di un sistema monetario sovrano. Questa è quella che abbiamo cercato di recuperare. E l’abbiamo aggiornata e portata all’interno di un'analisi molto più dettagliata delle attività monetarie implicate nella politica fiscale.

2. Qual’è la risposta alla crisi finanziaria del 2008? In quale misura le politiche economiche basate sulla teoria della moneta moderna possono prevenire una crisi simile?

Ci sono due aspetti al riguardo. In primo luogo vi è l'ipotesi dell'instabilità finanziaria — compresa da Hyman Minsky e ignorata da quasi tutti gli economisti e i politici. Non è solo che loro "non l’hanno vista arrivare", ma hanno contribuito a provocare la crisi mediante la deregolamentazione e inducendo verso l’auto-controllo.

Poi c'è la politica fiscale cronicamente così restrittiva — che la crescita economica è possibile solo con l'indebitamento privato — un qualcosa che anche Larry Summers e Paul Krugman finalmente riconoscono. E quando la crisi ha colpito e il settore privato si è contratto, la risposta della politica fiscale è stata troppo piccola.

3. Ci sono anche molte di critiche alla teoria della moneta moderna. Soprattutto quando si tratta della sua visione non convenzionale, e piuttosto alternativa, sul bilancio fiscale.
- Qual è la sua risposta agli oppositori della teoria?
- Come risponderebbe a coloro che hanno mostrato scetticismo circa la fattibilità di applicare la teoria della moneta moderna all’attuale governo finanziario.

Non ho visto alcuna critica che si basi su un robusto ragionamento. Alcuni si lamentano che ciò che diciamo non è nuovo. Non abbiamo mai affermato di aver inventato tutto questo — stiamo soprattutto recuperando ciò che era andato perduto. Altri o non capiscono quello che stiamo dicendo o scagliano di proposito argomentazioni fittizie per attaccare. La maggior parte non capisce la moneta sovrana, le banche centrali o le banche.

La maggior parte della teoria della moneta moderna è descrittiva. Quindi la questione non è di proporre qualcosa che sia politicamente ineffettuabile. Si tratta di una descrizione quando affermiamo che un governo sovrano non può esaurire la propria moneta.

Quando ci spostiamo sulle politiche, le nostre prescrizioni sono bene corroborate dall'esperienza — vale a dire, nel modo in cui l'economia funziona davvero. Tuttavia, ciò non significa che noi crediamo che sia politicamente facile.

4. Come può questa essere progettata in una [visione, ndt] politica complessa e attuata con successo? Ci sono delle strategie che avete in mente?

Abba Lerner ha disposto il disegno generale, definendola finanza funzionale. Il bilancio deve essere costituito per raggiungere la piena occupazione con la relativa stabilità dei prezzi — non al fine di raggiungere un certo "equilibrio" specifico del bilancio (ad es. il rapporto deficit-PIL o quello debito-PIL). Dovremmo aggiungere ai suoi obiettivi politici quello di mantenere la stabilità finanziaria [Wray sostiene di unire alla teoria fiscale di Lerner quella di Minsky, ndr].

Una componente chiave di tale strategia dovrebbe essere il Datore di Lavoro di Ultima Istanza/Programma di Lavoro Garantito proposto da Minsky.

5. Come può rimanere sana e stabile la condizione finanziaria di un paese quando lo Stato può emettere moneta a suo piacimento?
- Ci sono limiti o contromisure a tali problemi?
- Come possiamo affrontare l'inflazione o stagflazione derivante dall’eccessiva emissione di moneta?

Il pericolo di spendere troppa moneta è l'inflazione; ci potrebbe essere anche un impatto sui tassi di cambio. La soluzione al primo problema è quello di evitare di spendere una volta raggiunta la piena occupazione; e indirizzare la spesa con attenzione subito prima che sia raggiunta la piena occupazione per evitare effetti di “colli di bottiglia”. La soluzione al secondo è quello di una moneta fluttuante.

6. Perché la gente è così entusiasta dell’agenda economica di Bernie Sanders? Perché è così attraente?

Penso che la gente è entusiasta di avere finalmente un candidato che non è il candidato di Wall Street. Le priorità di spesa di Bernie corrispondono a quelle della stragrande maggioranza della popolazione — e non è sostenuto dall'1% di Wall Street. Penso che, se eletto , Bernie ci darebbe una versione aggiornata del New Deal di Roosevelt. Il New Deal originale è ciò che ha portato l'America nel 20° secolo. Abbiamo bisogno di uno sforzo simile per portarci nel 21°.

7. Perché è l'austerità non è efficace nell’aumentare il tasso di occupazione?

Perché l’austerità distrugge necessariamente posti di lavoro. L'unico modo in cui possa aumentare il tasso di occupazione è quello di cacciare la gente fuori della forza lavoro dopo che abbia perso ogni speranza di trovare un lavoro.

8. Come può la teoria della moneta moderna influenzare la finanza internazionale? Ci sono possibilità che gli Stati Uniti possano diventare un soggetto come l'OPEC che decide il prezzo del petrolio? In altre parole, se gli USA possono decidere la quantità di moneta che vogliono stampare, non possono decidere anche il prezzo della valuta statunitense, disturbando il sistema monetario internazionale?

Come uno dei principali produttori di petrolio gli Stati Uniti possono naturalmente influenzarne il prezzo. Siamo in grado di espandere il nostro programma di buffer stock [scorte; N.d.R.] di petrolio. Ma non sono sicuro che alla fine sia una buona idea. Dobbiamo ridurre il consumo di petrolio.

Potremmo farlo con altre materie prime, ma non sono ancora sicuro che questa possa essere una buona idea. Io metterei in atto un programma di buffer stock per l’occupazione — attraverso il programma di Datore di Lavoro di Ultima Istanza/Piano di Lavoro Garantito — per impostare il salario di base. Lascerei fluttuare la maggior parte degli altri prezzi. E lascerei fluttuare il dollaro. Naturalmente, il valore del dollaro è determinato principalmente dal resto del mondo, non dalla politica USA.

In quanto emittente della principale valuta di riserva internazionale, è importante per gli Stati Uniti fornirla. Lo facciamo eseguendo disavanzi delle partite correnti, o prestando dollari. Se la domanda mondiale di dollari rimane alta, gli Stati Uniti continueranno a prestare dollari e ad avere deficit commerciali.

pubblicato il 20 novembre 2015 su New Economic Perspectives


Note

1 Bill of rights


 

traduzione di Alberto Mantova