Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

Sei qui: HomeEconomia

Perché i deficit di bilancio guidano il risparmio nel settore privato

Tasso di crescita del reddito

In altre parole, le teorie di “spiazzamento” (crowding) che dicono che la spesa pubblica e l'investimento privato competono tra loro per il risparmio all'interno di una “piscina” e che questa competizione deve essere risolta da tassi di interesse più elevati, sono teorie senza senso. L'investimento privato guida i profitti e porta avanti il proprio risparmio mediante l'espansione del reddito nazionale. Ugualmente, i deficit di bilancio guidano i profitti privati e, se accompagnati da emissione di debito, semplicemente prendono in prestito i fondi che hanno speso e stimolano la crescita del risparmio attraverso l'espansione del reddito nazionale.

Leggi tutto...

Bolle speculative patrimoniali e comportamento delle banche

Il Professor Bill Mitchell, nel seguente blog, esamina la problematica inerente le bolle speculative e la loro possibile risoluzione. Prendendo come esempio il mercato immobiliare australiano, Mitchell propone un uso più accurato e mirato della politica fiscale, in sostituzione alla politica monetaria, al fine di evitare, o quantomeno ridurre, comportamenti di natura speculativa da parte degli agenti economici. 

L'Associazione Nazionale EPIC ringrazia sentitamente l'interprete professionista Paolo Maria Noseda per la qualità della traduzione del seguente lavoro.

Leggi tutto...

Lo sviluppo e l'ambiente

Lo sviluppo e l'ambiente MMT

Appunti tratti da una lezione universitaria del professor Mathew Forstater nell’ambito del corso "L’ambiente, le risorse e la crescita economica

Il dibattito circa il rapporto fra crescita economica e sfruttamento delle risorse naturali coinvolge da tempo gran parte del mondo accademico e giornalistico internazionale. Lo si può far risalire sino alle riflessioni di classici del pensiero economico come John Stuart Mill, secondo cui le economie dei Paesi industrializzati tendono inevitabilmente ad uno "stato stazionario" della crescita del prodotto nazionale, oltre il quale non c'è necessità di ulteriore crescita ma semplicemente di un'equa redistribuzione della ricchezza.

Leggi tutto...