Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

Esperienze internazionali di Lavoro Garantito

Per tutto il XX secolo, molti paesi hanno attuato vari Programmi di Lavoro Garantito (PLG), anche se le specifiche degli stessi variano notevolmente da un'esperienza all'altra.

Le differenze sono di copertura, progettazione, durata, volume, profilo del partecipante, ecc, ma ciò che tutti i programmi hanno in comune è l'essenza del PLG: intervento diretto dello Stato nella creazione di posti di lavoro pubblici volti a soddisfare esigenze economiche e sociali, che contestualmente diminuisce la povertà derivante dalla disoccupazione. Generalmente sono stati pensati in risposta ad una crisi, ma non è stato solo per questo (né deve necessariamente essere così). Nessuno di questi piani di lavoro è stato un PLG universale, rivolto a tutti i disoccupati, ma alcuni di questi progetti hanno avuto grande portata con risultati molto soddisfacenti.

La prima esperienza (e più conosciuta per il suo successo) è stato quello realizzato da Roosevelt nell’ambito del New Deal tra il 1933 e il 1936. Questi programmi sono stati in grado di impiegare 13 milioni di persone, di cui 8,5 milioni erano parte del progetto Works Progress Administration (WPA per il suo acronimo in inglese). Grazie al WPA vennero costruiti 1.045.850 di chilometri di strade, 78.000 ponti, 125.000 edifici militari e civili, 1.126 km di piste in aeroporti, furono distribuiti 900 milioni di pasti caldi per i bambini, vennero istituiti 1.500 asili, si tennero concerti davanti un pubblico totale di 150 milioni di persone e vennero realizzate 475.000 opere d'arte.
Il WPA trasformò e animò gli Stati Uniti (Wray, 2012). Nelle parole di Taylor (2008, 2):


"Loro (i dipendenti del PLG) costruirono strade, scuole, ponti e dighe. La Cow Palace di San Francisco, l'aeroporto LaGuardia di New York, l’aeroporto nazionale di Washington DC, il Timberline Lodge in Oregon, External Bridge Drive a sul lago Chicago, il Riverwalk a San Antonio ... I suoi lavoratori cucirono vestiti, riempirono materassi e ripararono giochi; servirono pasti caldi agli studenti universitari; curarono i malati; si fecero carico di portare a cavallo libri di testo nei villaggi remoti; portarono in salvo le vittime delle alluvioni, dipinsero murales giganteschi sui muri di ospedali, università, tribunali e amministrazioni; rappresentarono opere teatrali e e si esibirono in spettacoli musicali davanti a un vasto pubblico; e scrissero guide di viaggio per i quarantotto Stati che ancora oggi rimangono modelli per come, un libro con queste caratteristiche dovrebbe essere. E quando le nubi di una guerra mondiale si avvicinarono sugli Stati Uniti, furono questi lavoratori del WPA a modernizzare le basi militari e aeree e si prepararono a soddisfare le esigenze militari della nazione".


Gran parte delle attività incluse in questi programmi di occupazione del New Deal consistevano nel costruire nuove e importanti infrastrutture ed edifici (civili e militari). Questo è qualcosa che in quegli anni era necessario, ma non è cosi oggi. I programmi recenti di PLG si sono concentrati più sui servizi alla persona e alle imprese che alla costruzione diretta di edifici e infrastrutture. Ad esempio, in India l'obiettivo del Programma Nazionale Rurale di Garanzia del lavoro fu di andare incontro alle necessità della popolazione rurale, considerata una delle più povere del paese. Un altro esempio: Il Piano Jefes e Jefas che iniziò nel 2005 in Argentina con lo scopo di fornire beni e servizi di base ai quartieri più poveri. È importante notare che i benefici dei partecipanti non si limitano solo a ottenere un reddito monetario (Tcherneva, 2012). In un sondaggio, che venne eseguito tra gli impiegati in questo programma, è stato chiesto il motivo per cui erano rimasti
soddisfatti con il Programma di Lavoro. Ricevere un reddito risultò al quinto posto, subito dietro alla possibilità di poter fare qualcosa, lavorare in buon ambiente di lavoro, aiutare la comunità e imparare (Figura 1).

La tabella 1 mostra tutte le esperienze di PLG intraprese durante il secolo XX XXI.


Tabella 1. Esperienze internazionali di Lavoro Garantito

 
Paese Anno Descrizione del programma 
Argentina Dal 2002

Programma per capi-famiglia (Jefes de Hogar, Padroni di Casa): offerto alle famiglie con bambini. Giornate lavorative di 18 e 20 ore settimanali.
Australia 1940-1970 Servizio Keynesiano di lavoro del Commonwealth, al fine di mantenere un tasso di disoccupazione del 2%. In contrasto con il perdurante 9% dagli ‘90 e il 4% di oggi.
Bolivia 1986-1990 Fondo Sociale di Emergenza per le opere pubbliche e le infrastrutture.
Botswana Dal 1980 Programma di aiuto basato sul lavoro e Programma intensivo rurale per i lavori pubblici
Cile 1975-1987 Il programma minimo di lavoro erano interventi di opere pubbliche, sviluppati per combattere la disoccupazione al 30%, e impiegò fino al 13% della forza lavorativa.
Corea 1997-1998 Master Plan per la lotta contro la disoccupazione: 
programmi di lavori pubblici di emergenza per lavoratori poco qualificati in risposta alla crisi asiatica.
USA 1933- 1936 Programmi di lavoro pubblico sotto il New Deal (WPA, PWA, CWA).
Francia Ideato nel 1984, testato nel 2005 "Contratti di transazione professionale" proposto da Jacques Attali nel 1984. Vennero portati a compimento dei programmi pilota in sei distretti (2005) e sono attualmente in corso di valutazione, prima di essere formalmente adottati in tutto il paese.
Ghana 1988 in poi Programma di Azione per Attenuare i Costi Sociali dell’Adeguamento, che comprende molti progetti di costruzione ad alta intensità lavorativa
India 1972-2005 Progetto Maharashtra di Lavoro Garantito: lavoro manuale garantito ad ogni partecipante Programma Nazionale Rurale di Lavoro Garantito: Offre 100 giorni di lavoro per famiglie rurali.
Indonesia Ripreso nel 1998 Padat Karya: Programmi per la riduzione della povertà e misure di emergenza per la creazione di posti di lavoro in risposta alla crisi asiatica, progetti di infrastrutture di piccola scala.
Marocco Dal 1961 La promozione nazionale ha avuto corso con successo per oltre 45 anni. Il programma si concentra sullo sviluppo delle comunità rurali, il Sahara e le province meridionali 
Messico Dal 1995 Programma di occupazione temporanea: Sviluppo comunitario per mezzo di lavori poco qualificati relativo a infrastrutture sociali e di produzione. Nel 2000 il programma era stato allargato a un milione di beneficiari.
Nepal 1989 Progetto di sviluppo per l’irrigazione del Dhaulagiri.
Perù 1991-5 Programma di aiuto all’occupazione temporanea, un programma di lavoro rivolto principalmente alle donne (Impiegate fino 500.000 persone).
Sud Africa 2004 in poi Il programma di espansione di opere pubbliche cerca di indirizzare l’attuale spesa pubblica in modo da massimizzare la creazione di posti di lavoro nel settore ambientale, sociale e delle infrastrutture.
Sri Lanka 1985 in poi Autorità di sviluppo nazionale per le famiglie: rivolto alle comunità urbane e allo sviluppo delle infrastrutture
Svezia 1938-1970 Programma concentrato sulla "socializzazione di investimento" e offerto come alternativa allo welfare sottolineando il "diritto al lavoro" piuttosto che il "diritto a reddito”. I tassi di disoccupazione sono rimasti al di sotto del 3% fino alla fine degli anni '80, quando il programma fu interrotto
Zambia 1991 in poi Micro progetti ideati per i poveri e finalizzati alla manutenzione delle infrastrutture esistenti

fonte: Antonopoulos e altri, 2011

Tutti questi esempi dimostrano che è davvero possibile mettere la teoria in pratica. È vero che non è mai stato applicato un Programma di Lavoro Garantito universale, ma ciò è dovuto più a divergenze politiche ed ideologiche che a limitazioni economiche o tecniche. E' innegabile che nelle nostre società c'è molto lavoro da fare, e molte persone disoccupate. Tutto quello che si deve fare è progettare e organizzare programmi di lavoro, come anche stabilire meccanismi di finanziamento.


Bibliografia:
1. Antonopoulos, A. Papadimitriou, D e Toay, T. (2011). "Direct Job Creation for Turbulent Times in Greece", su The  Levy Economics Institute.
2.  Taylor, N (2008) American-Made: The Enduring Legacy og the WPA: When FDR Put the Nation to Work ,Old Saybrook, CT: Tantor Media
3. Tcherneva, P. (2012). “Evaluating the economic and enviromental viability of Basic Income and Job Guarantee”, su Environment and employment: A Reconciliation, edited by Philip Lawn, Routledge, Londres.
4. Wray, L. (2012). Modern Money Theory. A primer on Macroeconomics for Sovereign Monetary Systems, Palgrave Macmillan, New York.

Articolo pubblicato il 6 novembre 2014 su lamarea.com 

l'autore è membro del Consiglio Scientifico di ATTAC Spagna Saque de Esquina


 

ATTAC, associazione senza scopo di lucro, denuncia che lo scorso 5 novembre è stato pubblicato nel BOE la Legge 21/2014, del 4 novembre, che modifica l’accorpamento della Legge sul Copyright , approvato con regio decreto legislativo 1/1996 del 12 aprile, e la legge 1/2000 del 7 gennaio, di Procedura Civile, in base alla quale la riproduzione totale o parziale, così come il download del materiale di questa pagina possono essere soggetti ad un contributo a favore del CEDAR (la SIAE spagnola), contro la nostra volontà, e quindi ne sollecitiamo la sua immediata abrogazione.
ATTAC Spagna non si identifica necessariamente con i contenuti pubblicati, salvo quando sono firmati dalla organizzazione.


 

traduzione di Alessandro Luiu e Antonello Martinez Gianfreda

fonte: http://www.attac.es/2014/11/15/experiencias-internacionales-de-empleo-garantizado/