Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

Sei qui: Home

Film consigliati

Qui trovate l'elenco di film utili che da diverse angolazioni indagano il ruolo e gli effetti del liberismo nella crisi, nelle decisioni di politica economica e nella storia recente.

 

The Brussels Business di Matthieu Lietaert, Friedrich Moser. Documentario, durata 85 min. - Austria, Belgio, USA, Francia, Svizzera, Indonesia, Gran Bretagna 2012.  Il primo documentario nel suo genere che cerca di far luce sull’influenza delle lobbies nel processo decisionale in Europa. E’ un film che esplora il mondo dei lobbisti con un messaggio chiaro: non c‘è trasparenza nel cuore d’Europa. 

 

Inside Job di Charles Ferguson.  Documentario, durata 120 min. - USA 2010. Il film indaga le cause della crisi economica del 2008-2010, vincitore dell'Oscar al miglior documentario nel 2011. L'autore ha spiegato che il film mette a nudo "la corruzione sistemica negli Stati Uniti attuata dall'industria dei servizi finanziari e le conseguenze di questa corruzione sistemica."

 

Too Big To Fail – Il Crollo dei Giganti di Curtis Hanson.  Film TV, durata 110 min. - USA 2011. Il film si focalizza sulla crisi economica del 2008, quando la crisi dei mutui subprime fece crollare Wall Street in un crac finanziario di vaste proporzioni.

 

Shock Economy: il capitalismo del disastro di M. Winterbottom. Documentario, durata 78 min. Basato sul libro di Naomi Klein il documentario spiega i principali eventi della storia moderna, che generati da dittature, guerre, crisi sociali ed economiche, disastri naturali, hanno agevolato l’imposizione del “Libero mercato” in tutto il mondo. Il sistema neo-liberale del libero mercato ha liberato l’avidità nel mondo, grazie alla deregolamentazione e alla privatizzazione.

 

Finanza criminale - I sicari dell'economia di Documentario 2010. Tratto da un libro pubblicato nel 2004 e scritto da John Perkins, "Confessions of an Economic Hit Man", "Confessioni di un sicario dell'economia"....

 

Roger & Me di Michael Moore. Documentario, durata 87' min. - USA 1989. Con questo disarmante documentario, pieno di satira, Moore racconta un'America nascosta ai più, quella in cui i presidenti delle grandi corporation, gli stessi che appaiono in televisione sempre sorridenti e affabili, non mantengono affatto le loro promesse e continuano a fare affari e ad arricchirsi noncuranti delle conseguenze delle loro azioni sui propri dipendenti. 

 

Capitalism: A love story di Michael Moore. Documentario, durata 127 min. - USA 2009. Documentario che esplora le cause della crisi economica globale offrendo uno sguardo privilegiato sulla situazione delle corporation e del legame con la politica, legame che è culminato "nella più grande rapina nella storia del paese", il massiccio trasferimento del denaro dei contribuenti nelle istituzioni finanziarie private.

 

Sicko di Michael Moore. Documentario, durata 120 min. - USA 2006. Il film si concentra sui problemi della sanità statunitense, basata su un sistema che riserva le cure migliori alle classi più abbienti, e denuncia la sostanziale inesistenza di strutture sanitarie riservate agli indigenti, teoricamente previste in quasi tutti gli stati federali.  Il documentario ha subìto le aspre critiche dell'AMA (American Medical Association), una delle associazioni di medici statunitensi, ampiamente citata da Moore, per le azioni che negli anni cinquanta tentarono di collegare una eventuale estensione dei diritti sanitari ad un indirizzamento in senso socialista del paese.

 


The Corporation di Marc Achbar, Jennifer Abbott, Joel Bakan. Documentario, durata 145 min. - Canada 2003. Il film espone molti esempi storici e recenti di come le corporation usino agire: Il coinvolgimento dell'IBM nella gestione dei campi di sterminio nazisti, lo scandalo del latte contaminato in Florida da un prodotto chimico della Monsanto; l'aberrazione della guerra dell'acqua in Bolivia quando il locale governo ne aveva appaltato lo sfruttamento, anche di quella piovana, ad una multinazionale americana. Sono tutti esempi della assoluta mancanza di scrupoli di gruppi di persone nascoste dietro un LOGO (giuridicamente UMANO) che può pagare multe milionarie ma non può finire in prigione.

 

Debtocracy di Katerina Kitidi e Aris Hatzistefanou. Documentario, durata 74 min. - distribuito online sotto Creative Commons BY-SA licenza 3,0 dal 6 aprile 2011. Il documentario si concentra principalmente su due punti: le cause della crisi del debito greco nel 2010 e alcune proposte non prese in considerazione dall'attuale governo e dai media dominanti.

 

Diario del saccheggio di Fernando Ezequiel Solanas. Titolo originale Memoria del Saqueo. Documentario, durata 118 min. - Argentina, Francia 2004. Il regista premiato alla Berlinale 2004 con l'Orso d'oro alla carriera, ha realizzato questo documentario con lo scopo di mostrare come la sua patria (l'Argentina) sia giunta alle condizioni economiche disastrose in cui versa attualmente. Punta il dito contro il liberismo sfrenato e la globalizzazione da una posizione, come sempre, chiaramente delineata.

 

The Take - La presa di Avi Lewis e Naomi Klein. Documentario, durata 87 min. - Canada 2004. Il documentario racconta un aspetto poco noto della vita sociale argentina dopo lo sfascio economico del 2001 seguito alle politiche liberiste di Carlos Menem: l'occupazione di alcune fabbriche da parte degli operai, che, dopo averle rimesse in funzione, le gestiscono in cooperativa.

Salvador Allende di Patricio Guzmán. Documentario, b/n durata 100 min. - Belgio, Cile, Francia, Spagna, Germania, Messico 2004. Il film è basato su spezzoni di documentari dell'epoca ed alcune interviste filmate a persone che avevano conosciuto il presidente cileno Salvador Allende sin dalla sua infanzia nella città di Valparaíso. Allende portò avanti il concetto di una via democratica e non violenta finalizzata al raggiungimento del socialismo. Il documentario testimonia come l'estrema destra cilena assunse un atteggiamento di netta contrapposizione, anzi le classi sociali dei possidenti auspicarono e appoggiarono una soluzione controrivoluzionaria violenta, anche se questa avesse significato un "bagno di sangue".Il film mostra questa speranza, l'accanimento e la pazienza infinita che Allende mette per cercare di conquistare i cuori dei cileni. In base ad interviste ad ex-agenti della CIA si evidenziano le responsabilità di Richard Nixon nell'organizzazione del golpe.Il presidente Salvador Allende intraprende la prima vera riforma agraria in Cile, e procede a nazionalizzare l'industria estrattiva del rame, che era un feudo esclusivo della multinazionale Anaconda


The Last Farmer di Giuliano Girelli, Sara Scappin, Victorino Tejaxun Alquijay, Ketut Sumiatra, Baldomera Xunic, Eloïse Ouedraogo,  Documentario, durata 90 min. - Italia, Guatemala, Burkina Faso, Indonesia 2012. L'agricoltura contadina produce cibo per oltre il 70% della popolazione del pianeta, mentre l'agricoltura industriale non provvede che al 30%; ciò nonostante 2.8 miliardi di persone nel mondo vivono con meno di 2 dollari al giorno, la maggioranza di queste persone sono contadini o ex contadini che ora vivono nelle baraccopoli di qualche grande città. Questo documentario parla di loro, della globalizzazione e dunque anche di noi.The Last Farmer esplora le drammatiche conseguenze del neoliberismo e della globalizzazione sulla vita dei piccoli contadini nel mondo seguendo lo svolgersi della giornata di Baldomera in Guatemala, Agi in Indonesia e Aloise in Burkina Faso; con il supporto di interviste a Luciano Gallino, Hira Jhamtani, Giorgio Cingolani, Magaly Rey Rosa, Mamadou Goita e Roberto Schellino.