Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

Sei qui: Home

Letture consigliate

Elenco di alcuni libri utili per un approfondimento della teoria economica

 

  • L. Randall Wray, Understanding Modern Money. The key to full employment and price stability

 

  • Augusto Graziani, Teoria del circuito monetario

L'autore definisce l'economia monetaria e l'origine della moneta, delinea lo schema di circolazione monetaria e la creazione di moneta bancaria, affronta, sinteticamente, redditi, prezzi e profitti, e infine i mercati finanziari e le loro dinamiche.

 

  • Andrea Terzi, La moneta 

Questo libro offre le coordinate per comprendere i fenomeni legati al denaro e ad alcuni suoi aspetti tecnici.

 

  • Andrea Terzi, Economia monetaria. Stock di moneta, flussi monetari, tassi d'interesse e saldi finanziari

 

  • Federico Caffé, Lezioni di politica economica

L'autore tratta con chiarezza e accessibilità il significato del mercato nella realtà oligopolistica contemporanea, la composita struttura imprenditoriale in Italia, le dimensioni e le caratteristiche del settore pubblico dell'economia in Italia e in altri paesi con i quali il confronto sia significativo, la complessità delle relazioni economiche e finanziarie internazionali in una società di ineguali. 

 

  • Federico Caffé, Scritti quotidiani

Il libro raccoglie gli scritti che l'autore pubblicò sul quotidiano "il Manifesto" con il quale collaborò nella convinzione che: "Uno degli indici più preoccupanti dell'accrescersi, nel nostro Paese, della situazione di "regime" è costituito dall'aggravarsi del conformismo dell'informazione: con particolare riguardo a quella economica".

 

  • Minsky Hyman Philip, Keynes e l'instabilità del capitalismo

Formulando un'interpretazione alternativa della "Teoria generale", Minsky analizza l'opera di Keynes da un punto di vista non tradizionale e sottolinea come dagli aspetti meno frequentati della sua dottrina si possa trarre una politica economica adeguata al capitalismo sviluppato. L'incertezza, la speculazione e la complessità del sistema finanziario fanno sì che la stabilità sia destabilizzante. Il volume si conclude con una proposta strategica di politica economica in linea con le idee di Keynes ma alternativa a quella basata sugli investimenti privati e sulla speculazione.

  • Minsky Hyman Philip, Combattere la povertà

Raccolta di alcuni scritti, editi e inediti, che testimoniano l'interesse di Minsky per le questioni relative al modo di affrontare la povertà e al tipo di piena occupazione che sarebbe necessaria nel capitalismo sviluppato. La sua tesi provocatoria è che la povertà vada combattuta essenzialmente creando lavoro e non con politiche di assistenza, quali meri sussidi monetari o riduzione di imposte.

 

 

  • A. Pasinetti, Keynes e i keynesiani di Cambridge

  La tesi di questo volume è che le impostazioni date all'inizio da Keynes e dai suoi collaboratori e allievi erano nella direzione giusta e tuttavia non sono sufficienti. La "rivoluzione" alla quale Keynes, e i "keynesiani", in senso lato, hanno nel loro insieme mirato è rimasta incompiuta. È ancora da conseguire ed è possibile farlo

 

  • Emiliano Brancaccio e Marco Passarella, L'austerità è di destra. E sta distruggendo l'Europa

Gli autori, rinnovando la lezione di Keynes, spiegano perché, di fronte a una crisi di domanda come quella attuale, la linea dell'austerità va combattuta, in quanto conservatrice, antisociale e quindi antidemocratica. Perché l'austerità è di destra, anche se in bocca a politici di tutti gli schieramenti.

 

  • Diego Fusaro, Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero rivoluzionario

 

  • Riccardo Bellofiore, La crisi capitalistica, la barbarie che avanza

 La crisi attuale, secondo l'autore, coverebbe da molto tempo, e sarebbe la crisi di un capitalismo che si può ben definire asfittico. Un'interpretazione marxiana della crisi non può essere sganciata dalla caduta tendenziale del saggio del profitto, ma questa va interpretata come una sorta di meta-teoria della crisi, che ingloba al suo interno le altre e diverse teorie della crisi quali si possono trovare o derivare dal Capitale.

 

  • Riccardo Bellofiore, La crisi globale, l'Europa, l'euro, la Sinistra

 In tre brevi saggi viene proposta una lettura della crisi globale che va controcorrente rispetto a quelle oggi dominanti, anche a sinistra.