Cerca in Biblioteca

Archivio

Powered by mod LCA

Donazioni

Puoi fare una donazione tramite IBAN: IT53M0335901600100000101247 oppure con Paypal

Importo:  Valuta:

#ilricatto?! La lettera integrale di Jean Claude Trichet a Brian Lenihan (ministro delle finanze irlandese) a fine 2010

La lettera di Trichet con le condizioni imposte all’Irlanda per l’assistenza con liquidità d’emergenza, tra le quali la richiesta di un impegno per iscritto su più punti; tra i quali la richiesta di “salvataggio” all’eurogruppo e provvedimenti di consolidamento fiscale, riforme strutturali e ristrutturazioni finanziarie. E tutta la liquidità presa a prestito garantita dal … governo irlandese. Condizioni capestro, “velate” minacce o ricatto?! Leggete il testo integrale! Testo integrale: nel Novembre 2010 la lettera ha minacciato di tagliare i fondi di emergenza al sistema bancario irlandese a meno che l'Irlanda avesse chiesto il salvataggio.

Banca centrale europea euro-sistema
Segreto
Jean Claude TRICHET Presidente
Sig. Brian Lenihan Ministro delle Finanze
Upper Merrion Street
Dublino 2, Irlanda

Francoforte, 19 November 2010

Caro Ministro,
come sapete dalla mia precedente lettera del 15 ottobre, la concessione di liquidità di emergenza (ELA) da parte della Banca Centrale d'Irlanda, come di qualsiasi altra banca centrale nazionale dell'Eurosistema, è strettamente monitorata dal Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea (BCE) in quanto potrebbe interferire con gli obiettivi ed i compiti dell'Eurosistema e potrebbe violare il divieto di finanziamento monetario.

Pertanto, ogni volta che è fornita liquidità d’emergenza in quantità significative, il Consiglio Direttivo deve valutare se sia opportuno imporre condizioni specifiche al fine di tutelare l'integrità della nostra politica monetaria. Inoltre, al fine di garantire il rispetto del divieto di finanziamento monetario, è essenziale garantire che gli istituti beneficiari di assistenza con liquidità d’emergenza continuino ad essere solvibili.

Come ho detto in occasione della recente riunione dell'Eurogruppo, l'esposizione dell'Eurosistema e della Banca Centrale d'Irlanda nei confronti delle istituzioni finanziarie irlandesi è aumentata significativamente nel corso degli ultimi mesi arrivando a livelli che consideriamo con grande preoccupazione. I recenti sviluppi possono solo aumentare queste preoccupazioni. Come sa Patrick Honohan, al Consiglio Direttivo è stato chiesto ieri di autorizzare nuovi aiuti di liquidità; e lo ha fatto.

Ma tutte queste considerazioni hanno delle implicazioni nella valutazione della solvibilità delle istituzioni che attualmente stanno ricevendo assistenza per la liquidità d’emergenza. Ed è posizione del Consiglio Direttivo che solo ricevendo per iscritto l'impegno da parte del governo irlandese, nei confronti dell'Eurosistema, sui quattro seguenti punti, si potranno autorizzare ulteriori disposizioni per la liquidità d’emergenza alle istituzioni finanziarie irlandesi: 1) il governo irlandese dovrà inviare una richiesta di sostegno finanziario all'Eurogruppo; 2) La domanda deve contenere l'impegno a intraprendere azioni decisive in materia di consolidamento fiscale, di riforme strutturali e di ristrutturazione del settore finanziario, in accordo con la Commissione Europea, il Fondo monetario internazionale e la BCE; 3) Il piano di ristrutturazione del settore finanziario irlandese comprende la fornitura del capitale necessario alle banche irlandesi che ne avranno bisogno e sarà finanziato con le risorse finanziarie previste, a livello europeo ed internazionale, per il governo irlandese, nonché con i mezzi finanziari attualmente disponibili per il governo irlandese, tra cui le riserve di liquidità esistenti del governo irlandese stesso; 4) Il rimborso dei fondi messi a disposizione sotto forma di liquidità d’emergenza è pienamente garantita dal governo irlandese, che garantirebbe anche il pagamento di un indennizzo immediato da parte della Banca Centrale d'Irlanda in caso di mancati pagamenti sul versante delle istituzioni beneficiarie.

Sono sicuro del fatto che siate consapevoli che è necessaria una risposta rapida prima che i mercati aprano la prossima settimana, come evidenziato dalle recenti tensioni sui mercati stessi che potrebbero ulteriormente crescere, può darsi in modo dirompente, se nessuna azione concreta venisse presa dal governo irlandese sui punti dei quali abbiamo parlato sopra.

Oltre alla questione della fornitura di liquidità d’emergenza, il Consiglio Direttivo della BCE è estremamente preoccupato per la grande esposizione creditizia complessiva dell'Eurosistema nei confronti del sistema bancario irlandese. Il Consiglio Direttivo monitora costantemente il credito concesso al sistema bancario, non solo in Irlanda, ma in tutti i paesi dell'area euro, ed in particolare le dimensioni dell’esposizione dell'Eurosistema verso singole banche, la solidità finanziaria di queste banche e le garanzie che forniscono all'Eurosistema.

La valutazione del Consiglio Direttivo in merito all'opportunità dell’esposizione dell'Eurosistema verso le banche irlandesi dipenderà, essenzialmente, dai progressi rapidi e decisivi nella formulazione di un piano d'azione concreto nei settori che sono stati menzionati in questa lettera e nella sua successiva attuazione.

Cordiali saluti


Fonte:  The Irish Times

Traduzione a cura di Luca Pezzotta